Se possiedi questo tratto della personalità hai un QI superiore alla media e non lo sai

Avresti mai pensato che la tua personalità può essere rivelata anche attraverso il tuo quoziente intellettivo? A quanto pare è così.

Ciò di cui stiamo per parlarvi può, da molti, essere considerato un difetto, ma in realtà così non è, anzi. Si tratta di tratti distintivi del proprio essere che influenzano anche l’intelligenza e quanto siamo perspicaci.

Se possiedi questo tratto della personalità hai un QI superiore alla media e non lo sai
Persona sola – photo: pixabay

Non ci credi? Ti sveliamo il perché: continua a leggere il nostro articolo per capire di cosa stiamo parlando.

Chi ha un QI più elevato?

La personalità è uno degli elementi più difficili quanto anche complicati da analizzare. Sono i tratti distintivi di noi stessi e che, anche con difficoltà, riusciamo a tirare fuori. Tanti possono essere i test, le modalità più comuni per poterla conoscere ma ci sono alcuni elementi che, forse, non pensavi potessero davvero aiutarti a rivelarla nella sua totalità.

Sappiamo bene che, al mondo, chi è carismatico ed estroverso va, di sicuro, più avanti di chi è timido, di chi ama la solitudine. Questo è ciò che c’è nell’immaginario collettivo ma, secondo uno studio britannico la preferenza per la solitudine potrebbe in realtà essere indicativa di a quoziente di intelligenza elevato.

Assurdo? A quanto pare no e cerchiamo di capire il perché. Attraverso o cosiddetti test psciometrici, piuttosto che stigmatizzare la solitudine, essa dovrebbe essere rivalutata a pieno per tutto ciò che riesce a dare. Partiamo però dall’inizio: cos’è il Quoziente Intellettivo? Si tratta di un punteggio ottenuto da vari test progettati per valutare l’intelligenza umana. Questi misurano una varietà di abilità, come la logica, la comprensione verbale e la memoria di lavoro.

Se possiedi questo tratto della personalità hai un QI superiore alla media e non lo sai
Quoziente Intellettivo – photo web source

La solitudine: un pregio e non un difetto

Come dicevamo, uno studio britannico ha suggerito che un tratto specificamente mal percepito, come la solitudine, potrebbe essere un segno di intelligenza superiore. Lo studio ha rilevato che le persone con un Quoziente Intellettivo superiore alla media tendono a preferire la solitudine, trascorrendo meno tempo con gli amici più stretti. Questa preferenza potrebbe essere vista come una forma di non conformità sociale o una manifestazione di indipendenza intellettuale.

Queste persone non si inseriscono nella quotidianità sociale e trovano maggior benessere nello stare da soli nei loro spazi e con il tempo solo per loro stessi. Ma dove scelgono di vivere queste persone? Lo studio analizza che queste persone con quoziente elevato sarebbero più soddisfatti nelle aree urbane: la vita cittadina, con i suoi ritmi frenetici, potrebbe offrire loro un ambiente più favorevole allo sviluppo di questi individui.

In netto contrasto con coloro che hanno un QI normale che invece vivono fitti nelle relazioni sociali. Ne consegue, quindi, che il desiderio di solitudine negli individui intelligenti può essere un vantaggio all’interno della nostra società frenetica e in continua evoluzione.

Gestione cookie