Se fai questa cosa comunissima appena sveglio aumenti il rischio di problemi al cuore: nessuno lo sa

Quanti di noi ci sentiamo ancora più stanchi al mattino rispetto a quando siamo andati a letto la sera prima. Perché ci succede questo?

Lo stress è quel qualcosa che colpisce in qualunque momento della giornata, non conosce orario e tantomeno le nostre abitudini. Sembra strano, ma colpisce anche appena si è svegli, facendoci sentire nervosi e, al tempo stesso, stanchi.

Se fai questa cosa comunissima appena sveglio aumenti il rischio di problemi al cuore: nessuno lo sa
Dolore al petto

Questa particolare situazione può provare seri danni al nostro cuore e, di conseguenza, è meglio correre subito ai ripari se soffriamo di questo. Cerchiamo di capire al meglio di cosa si tratta.

Sonno e stress: un binomio che non va

Il sonno deve essere l’elemento principale del riposo e della rigenerazione del nostro corpo dopo le fatiche della giornata ma, a quanto pare, non è sempre così. Spesso, quando ci svegliamo al mattino, ci sentiamo ancora più stanchi di quando siamo andati a letto e, di quel riposo ristoratore che tanto ci serviva, nemmeno l’ombra.

Ma come è possibile tutto questo? Cosa provoca questa sensazione strana e, al tempo stesso, anche pericolosa per il nostro organismo? Una ricerca ha portato alla luce che, quando ci svegliamo e ci sentiamo stressati come se non avessimo dormito, può provocare seri danni al nostro cuore e, nello specifico, al suo ritmo.

Questo è provocato da un ormone specifico, il cortisolo. Quest’ultimo è regolato dal nostro orologio biologico 24 ore su 24 in modo tale che si mantenga sempre costante e non raggiunga livelli troppo alti, tali da provocare danni. Ma quando questi “sballa” (il cortisolo è l’ormone dello stress), allora il ritmo del nostro cuore è la prima cosa che non segue più il suo regolare ordine.

Se fai questa cosa comunissima appena sveglio aumenti il rischio di problemi al cuore: nessuno lo sa
Sonno agitato

Attenzione al ritmo del cuore

Il cuore diventa molto più vulnerabile e diventa più facile per gli impulsi elettrici regolari che guidano i battiti cardiaci regolari. Tutto questo si trasforma in un’attività caotica del muscolo cardiaco e, in altre parole, in una patologia chiamata aritmia. Lo studio è stato effettuato, in particolare, per capire il perché in molti pazienti di aritmie prevalentemente mattutine.

“I nostri cuori sono effettivamente organi diversi in diversi momenti della giornata. Sono più vulnerabili al mattino a causa degli antichi ritmi circadiani, che si sono evoluti nel corso di milioni di anni” – spiegano i ricercatori – “Le aritmie ventricolari possono colpire in qualsiasi momento e, se non trattate, possono portare a perdita di coscienza, arresto cardiaco improvviso e morte”.

Ne consegue, quindi, che capire il perché di questa situazione di stress anche di notte è necessaria ed è da prevenire, se ne si soffre. Questo gesto di prevenzione può salvare il nostro cuore ed aiutarci a vivere in modo più sereno e tranquillo.

Impostazioni privacy